ContattiDove siamoChi siamo
fondazionefabretti

La Fondazione A. Fabretti ONLUS é l'unica istituzione culturale in Italia la cui mission
sia riflettere sul tema del morire, sul dolore connesso con la malattia e la perdita,
sull'invecchiamento, sull'emarginazione di anziani, malati, poveri,
morenti e persone in lutto.


La Fondazione studia mentalità, pratiche, rituali, politiche della morte
nel nostro e in altri contesti culturali, con l'intento di proporre
la costruzione di una cultura della morte adeguata al nostro tempo.

News

2015 Sostieni la Fondazione Fabretti con il 5 per 1000

 

La Fondazione Fabretti promuove percorsi di sostegno al lutto attraverso l’Auto Mutuo Aiuto; finanzia progetti di ricerca scientifica e borse di studio; organizza corsi di formazione, convegni, seminari e conferenze e ha l’obiettivo di diffondere un approccio più sensibile e consapevole alla morte e al morire.
Per aiutarci a perseguire i nostri obiettivi e sostenerci senza alcun costo aggiuntivo puoi destinare il 5×1000 alla nostra fondazione!
È sufficiente apporre la propria firma nel riquadro indicato: “Finanziamento agli enti della ricerca scientifica e dell’università” e scrivere il seguente codice fiscale 97588800017 nel riquadro presente nella dichiarazione dei redditi.

È possibile destinare il 5×1000 alla Fondazione Fabretti senza modificare la destinazione del tuo 8×1000.
Grazie a tutti coloro che sceglieranno di compiere questo gesto di sostegno!




Inaugurazione area dispersione delle ceneri So.Crem Novara

So.Crem Novara

Abbiamo il piacere di segnalarVi che giovedì 14 maggio, alle ore 11,30, presso il Cimitero Urbano di Novara, verrà inaugurata l’area di dispersione delle ceneri, realizzata a spese della So.Crem Novara, con la collaborazione della famiglia Zurlo, che sarà donata alla città, in presenza delle autorità cittadine, provinciali e regionali e del Presidente della Federazione Italiana Cremazione.

A ciò seguiranno altre iniziative, quali:
giovedì 14 maggio, dalle 14,30 alle 17,30, presso l’Aula Magna della Scuola di Medicina a Palazzo Tornielli Bellini (v. Salaroni, 17), il convegno di presentazione dell’Associazione A.M.A.N.O (Auto Mutuo Aiuto Novara), che si occuperà di far nascere, attraverso la sinergia tra So.Crem Novara, Fondazione Fabretti e un gruppo di medici e counselor della città, un’unità di gruppi di supporto all’elaborazione del lutto.

Venerdì 15 maggio alle ore 20,30, presso la Barriera Albertina (v. XX Settembre, 20), il Prof. Marco Novarino terrà la conferenza “Società di Cremazione Novarese: un viaggio iniziato 130 anni fa in nome della libertà”.

Domenica 17 maggio, dalle ore 15,30, al Cimitero Urbano presso il Tempio Crematorio, avrà inizio l’attività culturale che So.Crem Novara, in accordo con il Comune, promuoverà all’interno del cimitero, organizzando concerti, visite guidate e reading teatrali.

Vi aspettiamo numerosi!




Call for Papers, Studi tanatologici, 8

Siamo lieti di annunciarvi che è aperta la call for papers per la rivista Studi tanatologici 8, unica in Italia specializzata nel tema della morte e il morire.

Invitiamo gli autori interessati a proporre articoli originali e inediti per la sezione centrale “Studi e ricerche”. I contributi potranno essere inviati in quattro lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo) e dovranno avere una lunghezza complessiva compresa fra 30.000 e 40.000 caratteri (spazi inclusi).

È inoltre possibile proporre delle recensioni di volumi di ambito tanatologico, pubblicati in Italia o all’estero a partire da gennaio 2013. La lunghezza complessiva delle recensioni deve essere compresa fra i 4.000 e i 6.000 caratteri.

Il termine per l’invio del materiale è il 30 luglio 2015.

Gli articoli presentati verranno preselezionati dal comitato di redazione e sottoposti a un doppio referaggio cieco.

L’ottavo numero della rivista verrà pubblicato nel dicembre del 2015.

Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina:

http:/www.fondazionefabretti.it/?page_id=787

Tutti i contributi devono essere inviati all’indirizzo email:

studitanatologici@fondazionefabretti.it, oppure, cristinavargas@fondazionefabretti.it,  corredati da un breve profilo bio-bibliografico dell’autore.

Essi devono essere redatti seguendo le norme editoriali scaricabili seguendo il link:

 

http://www.fondazionefabretti.it/wp-content/uploads/2011/11/Norme-redazionali-F.A.F.pdf

 

 

 

 




Call for papers DDD 2015

Vi segnaliamo la Call for Papers per la dodicesima conferenza biennale “Death, Dying and Disposal Conference” (DDD12) che si terrà presso l’università “1 Dicembre 1918″ ad Alba Iulia, Romania.  

La Conferenza accoglie contributi di ricercatori e studiosi, ma anche di professionisti ed operatori provenienti da una vasta gamma di discipline, su tutte le questioni che, in ambito storico, antropologico, sociologico, artistico, letterario, musicale, archeologico, culturale, filosofico, religioso, psicologico, medico, affrontano tematiche legate al campo della morte e del morire.

Per la prima volta nella storia, il DDD sarà ospitato da un paese dell’Europa dell’Est; questo comporta la possibilità di aprire ed ampliare il campo di studio. Il principale obiettivo è quello di rendere visibili le differenze, ma anche le somiglianze, tra modelli occidentali ed orientali di interpretazione e costruzione socio-culturale della morte, al fine di promuovere e valorizzare una reciproca conoscenza nel campo della tanatologia e dei Death studies .

Deadline for abstract submission  1 May, 2015 (extended).

I testi (tra 250 e 350 parole), ed un elenco di parole chiavi, sono attesi entro e non oltre la data prima indicata.

Gli abstract devono essere presentati esclusivamente attraverso il sistema EasyChair.

Per tutti i dettagli potrete consultare il sito: https://easychair.org/conferences/?conf=ddd12internationalco.

Ulteriori informazioni riguardanti invece i relatori, luogo, alloggio, quota di partecipazione + primissima registrazione, costi del disbrigo della domanda, potrete trovarli sul sito: http://death-studies.ro/ddd12/


 

 

 

 

 




Il mondo dell’Oltre, la cultura e la percezione della morte nella società moderna.

Siamo lieti di segnalarvi che sabato 28 Febbraio 2015, dalle ore 9,30 alle 12,30, presso la Sala ex consiliare del Comune di Asti (piazza San Secondo,1), l’ASP S.p.A. organizzerà un convegno in occasione della presentazione del Tempio crematorio di Asti: “Il mondo dell’Oltre, la cultura e la percezione della morte nella società moderna“.

All’incontro interverranno:

Dott. Fabrizio Brignolo (Sindaco di Asti);

Dott. Paolo Bagnadentro (Presidente ASP S.p.A.);

Dott. Gilberto Giuffrida (Presidente nazionale Commissione Funeraria Federutility);

Don Vittorio Croce (Docente di Teologia);

Dott. Alessandro Gusman (Fondazione A. Fabretti);

Dott. Paolo Crepet (Psichiatra e scrittore);

Dott. Pippo Sacco (Società Studi Astesi);

Dott. Paolo Golzio (Amministratore Delegato ASP S.p.A.)

Per maggiori dettagli potete visitare i siti dell’ ASP, o del Comune di Asti.

L’ingresso è libero!

Vi aspettiamo numerosi!

 

 




Chiusura natalizia

Vi informiamo che la Fondazione Fabretti resterà chiusa al pubblico da giovedì 25 dicembre a venerdì 2 gennaio compresi. I servizi di vendita online, consultazione e prestito giornaliero della biblioteca, dell’emeroteca, e dell’archivio verranno pertanto sospesi e riprenderanno con i consueti orari a partire da lunedì 5 gennaio.

Vi ringraziamo per la vostra attenzione e cogliamo l’occasione per augurarvi buone feste!




Come parlare della morte oggi?

sogno-magritte 1

VENERDÌ 14 NOVEMBRE 2014
ore 14.00
Presso il Museo del Risorgimento di Milano (Via Borgonuovo,23), in occasione della manifestazione BookCity Milano 2014 avverrà la presentazione della rivista, edita dalla Fondazione Fabretti, “Studi tanatologici“.
Essa è l’unica rivista scientifica in Italia specializzata nel campo della tanatologia ed affronta, in una prospettiva interdisciplinare, il tema del fine vita.
L’evento che proponiamo ha l’obiettivo di raccontare al pubblico di BookCity tale esperienza editoriale e di offrire spunti riflessivi su tematiche come la morte e il morire; questi sono temi che per molto tempo sono stati allontanati dagli orizzonti di significato del mondo contemporaneo, ma che oggi cominciano a ritrovare uno spazio sociale. L’impatto che hanno queste tematiche sotto il profilo sociale, culturale, psicologico, storio e bioetico, rendono più che mai necessario proporre nuovi elementi per arricchire il dibattito sia a livello nazionale che internazionale.
I protagonisti della tavola rotonda/dibattito che proponiamo, sono tutti studiosi con una significativa esperienza di ricerca nei temi indagati dalla rivista e che possono offrirci delle riflessioni importanti per rispondere al quesito “come parlare della morte oggi?”.

Al dibattito interverranno:
Prof. Francesco Remotti (Università di Torino)
Dott. Alessandro Gusman (Università di Torino)
Dott. Luca Prestia (Responsabile progetti editoriali- Fondazione Fabretti).

L’ingresso è libero e non richiede prenotazione.

Vi segnaliamo inoltre La giornata sopravvissuti al suicidio: il mestiere di vivere, che si terrà sabato 22 Novembre 2014, ore 10.30 presso la Casa della cultura (Via Borgogna, 3- Milano).

Potete scaricare qui il programma dettagliato.

Vi aspettiamo numerosi!




Dal dolore alla speranza, insieme…Il counseling e l’Auto Mutuo Aiuto nella prevenzione del suicidio e nel supporto al lutto

sorriso x web3

 

Martedì 28 Ottobre 2014
Dalle ore 17.00 alle 19.30
Presso la Biblioteca Civica di Villa Amoretti – C.so Orbassano, 200 – Torino
la Fondazione A. Fabretti e il Centro Counseling Artemisia organizzano l’incontro “Dal Dolore alla speranza, insieme… Il counseling e l’Auto Mutuo Aiuto nella prevenzione del suicidio e nel supporto al lutto”.
L’evento è incentrato sulla prevenzione del suicidio e sul sostegno al lutto per coloro che hanno dovuto affrontare questa tragica esperienza. Verrà presentato il volume La metamorfosi della sofferenza. Dopo il suicidio di un familiare, insieme all’esperienza personale e professionale dei relatori e dei testimoni partecipanti, che ci aiuteranno a conoscere e comprendere il faticoso cammino che devono percorrere i familiari per convivere ed elaborare la perdita.

 

Presentano la serata:

Dott. Alessandro Gusman – Fondazione Fabretti, pregetto “Un aiuto per chi rimane”;
Dott.ssa Arianna Garrone – Istituto Artemisia formazione in Counseling Relazionale.
Intervengono:
Dott. Antonio Loperfido, Roselia Irti – La metamorfosi della sofferenza. Dopo il suicidio di un famigliare;
Dott.ssa Arianna Garrone – L’importanza dell’ascolto e della Relazione;
Sig.ra Graziella Ghidini – Il valore dell’Auto Mutuo Aiuto – Testimonianza.

La partecipazione è gratuita e non è richiesta prenotazione.
Vi aspettiamo numerosi!




Vedere oltre

imagescritte

Siamo lieti di rinnovare il nostro caloroso invito al congresso interdisciplinare internazionale “Vedere oltre. La spiritualità dinnanzi al morire: dal corpo malato alla salvezza”, organizzato dall’Università degli Studi di Padova, in collaborazione con la Fondazione Fabretti, con la SOCREM Torino, con la FIC e altre istituzioni nazionale e internazionali. Saranno presenti esponenti di spicco della cultura internazionale per affrontare insieme questo tema e creare nuovi spunti di riflessione.
L’appuntamento è a Padova dal 25 al 27 Settembre 2014.
È possibile scaricare qui il programma della conferenza. Per tutti coloro che non potranno partecipare all’evento, sul sito www.endlife.it sarà reso noto il link per seguire in streaming le conferenze.




Chiusura estiva

Vi informiamo che la Fondazione Fabretti resterà chiusa al pubblico da lunedì 4 agosto a venerdì 29 agosto compresi. I servizi di vendita on line, consultazione e prestito giornaliero della biblioteca, dell’emeroteca, e dell’archivio verranno dunque sospesi e riprenderanno con i consueti orari a partire da lunedì 1 settembre.
Vi ringraziamo per la vostra attenzione e cogliamo l’occasione per auguravi buona estate!




Possibili trame


Mercoledì 18 giugno 2014 alle ore 9:15.
Presso la Sala Lauree blu del Campus Luigi Einaudi
Lungo Dora Siena 100 A, Torino.

L’Università degli Studi di Torino, il Dipartimento Culture, Politica e Società e la Fondazione Fabretti organizzano la Giornata di studio:
Possibili Trame. Le interconnessioni tra saperi e pratiche nelle patologie degenerative lungo il corso della malattia e nelle scelte di fine vita.

Le condizioni legate alle malattie degenerative pongono sfide complesse in primo luogo a malati e familiari. Accanto a loro, un’ampia rete di attori è impegnata nella realizzazione di luoghi, attività e relazioni per sostenere in modo efficace malati e caregiver. Il seminario “Possibili trame” intende sollecitare una riflessione congiunta tra i differenti attori coinvolti e tra i diversi saperi chiamati in causa nello sforzo per garantire ai malati un’adeguata qualità di vita. Vorremmo in particolare mettere a tema la “fatica interattiva” che consiste nella difficoltà di comunicazione tra pratiche, saperi, competenze di professionisti e non, il cui raccordo appare una priorità ineludibile.

Scarica il programma
Scarica la locandina




La torre di Babele. Un crollo costruttivo

Domenica 18 maggio
dalle ore 8.30 alle ore 16.00
si terrà a Cuneo, nella centralissima Piazza Galimberti,
Il Convegno sull’interculturalità “La torre di Babele. Un crollo costruttivo” rivolto a operatori sanitari, organizzazioni di volontariato e cittadini.
La giornata affronta il tema del confronto con le altre culture, che risulta particolarmente complesso e di attualità negli scenari di calamità o nei momenti critici dell’esistenza, in cui siamo chiamati a far fronte a questioni come la malattia, la morte e il morire.
Presiedono l’iniziativa Elsio Balestrino, Presidente dell’Unità Medico-Infermieristica di Cuneo; Laura Barbotto, Presidente del Collegio Infermieri; Enrica Bianchi, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti e Salvio Sigismondi, Presidente dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Cuneo.
La dott.ssa Ana Cristina Vargas, Direttore Scientifico della Fondazione Fabretti, proporrà un intervento intitolato “Morire altrove: cultura, immigrazione e fine vita”.
Scarica la locandina dell’evento
Scarica il programma completo della giornata




Conferenza internazionale “Vedere oltre”

 

L’Università degli Studi di PadovaMaster Death Studies & The End-of-Life, in collaborazione con la Fondazione Fabretti e altre associazioni nazionali e internazionali, organizza e promuove il Congresso interdisciplinare internazionale:

“Vedere oltre”. La spiritualità dinanzi al morire: dal corpo malato alla salvezza – Contenuti, cura e aspetti relazionali nelle diverse culture, che si terrà a Padova dal 25 al 27 Settembre 2014.

In occasione del Congresso sarà organizzato un concorso fotografico su tematiche correlate. Per maggiori informazioni è possibile scaricare qui il volantino del concorso.
È possibile proporre dei papers inviando un abstract di 600 parole all’indirizzo endlife.psicologia@unipd.it.
Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione è possibile visitare il sito www.endlife.it o scaricare il testo integrale del Call for papers.

I contributi dovranno essere inviati entro il 30 Marzo 2014 e la loro accettazione sarà notificata entro il 30 aprile 2014.




Parlare della morte con i bambini attraverso la fiaba


VENERDI’ 4 APRILE 2014
dalle ore 17:00 alle ore 18:30
Corso Turati 11/C, 10128 Torino – Settimo piano.

Si terrà il Seminario:
“Parlare della morte con i bambini attraverso la fiaba”
curato dalla Dott.ssa Federica CARENA.
Psicologa – Psicoterapeuta

Siamo lieti di invitare tutti coloro che siano interessati al tema dell’incontro, l’ingresso è libero (sino ad esaurimento posti).




Oltre il dolore


VENERDÌ 28 FEBBRAIO 2014
ore 20.45
Presso la Sala della Biblioteca Regionale
Via Torre del Lebbroso, 2 – Aosta
Verrà presentato il progetto di Gruppi di sostegno all’elaborazione del lutto dell’AUSL Valle d’Aosta.


All’evento saranno presenti Antonio Fosson, Assessore Sanità e Politiche Sociali della Regione Valle d’Aosta, Silvio Giono Calvetto, Direttore Distretti 1 e 2 AUSL e Giuseppe Cafforio, Direttore f.f. S.C. Psicologia.
Programma:
Il lutto ieri e oggi: che cos’è cambiato?
Ana Cristina Vargas, Antropologa, Direttore Scientifico Fondazione Fabretti
Sopravvivere alla perdita di una persona amata con i gruppi di Auto Mutuo Aiuto
Arianna Garrone, Counsellor, Direttore Istituto Artemisia e Responsabile del progetto “Un aiuto per chi rimane”, promosso dalla Fondazione Fabretti e finanziato dalla Fondazione CRT
L’ospedale come luogo di fine vita
Gianmauro Numico, Direttore S.C. Oncologia AUSL Valle d’Aosta
Prendersi cura dei malati e delle famiglie alla fine della vita
Marco Musi, Responsabile S.S. Cure Palliative AUSL Valle d’Aosta


Infine, Annamaria Le Cause, Psicologa-Psicoterapeuta, presenterà il progetto
“OLTRE IL DOLORE. GRUPPI DI SOSTEGNO PER L’ELABORAZIONE DEL LUTTO”.




L’importanza della memoria


Nella ricorrenza della giornata della memoria cogliamo l’occasione per non dimenticare con la frase di Moni Ovadia:


Ogni grande tragedia deve essere elaborata nel tempo dell’interiorità affinché non diventi vana.


Foto: Wahrehit Macht Frei dalla mostra “La verità rende liberi” di Elisa Mortin e Giancarlo Soncin Padova 23/01-28/02.




XIII Convegno nazionale Auto Mutuo Aiuto

Siamo lieti di segnalarvi il XIII Convegno dal titolo In cammino verso il futuro, organizzato dal Coordinamento nazionale gruppi di Auto Mutuo Aiuto per il lutto.

L’evento avrà luogo a Milano dal 21 al 22 marzo 2014.

Vi parteciperanno come relatori Enrico Cazzaniga (Psicologo e Psicoterapeuta),
Federica Setti (Antropologa),
Francesca Ronchetti (Pedagogista),
Ausilia Elia (Psicologa e Psicoterapeuta).
Per avere maggiori informazioni è possibile scaricare il depliant Convegno AMA 2014.

Ricordiamo che la Fondazione Fabretti offre un servizio gratuito e aperto a tutti di sostegno al lutto tramite i gruppi di Auto Mutuo Aiuto e lo sportello di ascolto al quale ci si può rivolgere chiamando il numero 346 864 93 55 oppure inviando una mail all’indirizzo: sostegnolutto@fondazionefabretti.it




Presentazione volume “Ariodante Fabretti. Un laico tra impegno politico e sociale e ricerca scientifica”

La Fondazione Fabretti è lieta di invitarvi alla presentazione del volume:
“Ariodante Fabretti. Un laico tra impegno politico e sociale e ricerca scientifica”
a cura di Marco Novarino e Demetrio Xoccato, edito dalla Fondazione Fabretti e dalla Fondazione Università Popolare.
L’evento si terrà:
Martedì 5 novembre 2013 alle ore 18
presso il Circolo dei lettori – Sala gioco
Via Bogino, 9 Torino.

Il volume ripercorre le esperienze politiche, il contributo scientifico, l’impegno civile e filantropico di Ariodante Fabretti, figura di spicco del Risorgimento italiano, protagonista dell’associazionismo laico torinese e primo presidente della Società per la Cremazione Torino.

Presentano il libro: Marco Novarino e Demetrio Xoccato
Modera: Ana Cristina Vargas, direttore scientifico Fondazione Fabretti
Intervengono:
Eugenio Boccardo, presidente Fondazione Università Popolare
Adriano Favole, presidente Fondazione Fabretti
Giovanni Pollini, presidente Società per la Cremazione Torino
Luciano Scagliarini, vicepresidente Union Crématiste Europèenne




Congresso: “Ethique et crémation. Réflexions sur une liberté éclairée”


L’università di Lorena (UDL) e l’Union Crématiste Européenne (UCE) organizzano
Venerdì 25 ottobre
presso la Faculté de Droit de Nancy
il congresso “Ethique et crémation. Réflexions sur une liberté éclairée”, che conterà sulla partecipazione di studiosi nel campo della tanatologia e di figure di spicco del panorama cremazionista in vari paesi, fra cui Francia, Belgio, Regno Unito, Germania e Italia.
L’etica, ci ricorda Marc Mayer, membro del Comitato Scientifico, conferisce un’importanza prioritaria alla dimensione sociale e alle forze sociali che plasmano – o condizionano – le scelte individuali. Che ruolo hanno queste forze di fronte alla cremazione? Come operano le pressioni del mercato? Come dare risposta a quesiti di ordine religioso e ambientale, oggi più che mai attuali? Come tener conto della trasformazione a cui è andata incontro la società europea? Queste e altre tematiche verranno affrontate dai relatori durante la mattinata e discusse ed elaborate nei workshop proposti per il pomeriggio.
Scarica il programma completo e il modulo d’iscrizione.




Curare lo spirito. Salute e intercultura




Venerdì 27 settembre alle ore 17:00
presso la stanza del silenzio dell’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza
La dottoressa Ana Cristina Vargas, Direttore Scientifico della Fondazione Fabretti, parteciperà come relatrice all’incontro “Curare lo spirito. Salute e intercultura”, all’interno del Festival Torino spiritualità.
L’evento è gratuito e aperto al pubblico.
Vi aspettiamo!


Curare lo spirito. Salute e intercultura
Con Valentino Castellani – Comitato Interfedi della Città di Torino,
Marco Grosso – Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza – Presidio Molinette,
Elena Messina – Università degli Studi di Torino
Cristina Vargas – Fondazione Ariodante Fabretti
in collaborazione con Comitato Interfedi della Città di Torino

L’impatto del crescente pluralismo religioso su istituzioni e spazi sociali rende gli ospedali un luogo di negoziazione sociale e culturale, dove costruire riconoscimento, dialogo e interazione. Dall’assistenza spirituale alla donazione degli organi, dai servizi di ristorazione all’emergenza, comunità religiose e culturali si rivolgono al servizio sanitario, che sta realizzando progetti e servizi per far fronte alle nuove esigenze. La “Stanza del Silenzio” delle Molinette è un luogo di meditazione e preghiera aperto a fedeli di ogni provenienza, progettata e realizzata nel 2009, con la collaborazione del Comitato Interfedi della città di Torino.




Chiusura estiva 2013

Vi informiamo che la Fondazione Fabretti resterà chiusa al pubblico da lunedì 5 agosto a venerdì 30 agosto compresi. I servizi di vendita on line, consultazione e prestito giornaliero della biblioteca, dell’emeroteca, e dell’archivio verranno dunque sospesi e riprenderanno con i consueti orari a partire da lunedì 2 settembre.




Corso per facilitatori dei gruppi AMA di supporto al lutto 2013


Sono aperte le iscrizioni per il nuovo corso per facilitatori dei gruppi AMA di supporto al lutto, condotto da Arianna Garrone, counsellor e responsabile del nostro progetto di sostegno al lutto “Un aiuto per chi rimane”.
Il corso è rivolto a operatori in ambito socio-assistenziale: educatori, assistenti sociali, counsellor, pedagogisti, insegnanti, medici, infermieri, psicologi e tutti coloro che siano interessati ad approfondire il tema o che desiderino attivare dei gruppi AMA.
Il corso è anche rivolto ai senior dei gruppi, che vorrebbero cominciare a cimentarsi nel ruolo di facilitatori e, più in generale, a tutte le persone che frequentano un gruppo di Auto Mutuo Aiuto e sentono l’esigenza di acquisire una maggiore consapevolezza sulla metodologia di lavoro e sul funzionamento dei gruppi.

Quando?

Il corso si terrà il 9 e 23 maggio, dalle ore 9:00 alle ore 17:00.

Dove?

Presso la Fondazione Fabretti ONLUS – Corso Turati 11/C – Settimo piano (Sala riunioni).

Costo

Il corso ha un costo di €180,00.
È previsto uno sconto del 10% per gli studenti universitari.
Per tutti i partecipanti ai gruppi AMA della Fondazione, nonché per i volontari del progetto, il corso è gratuito.

Scarica il Programma del Corso facilitatori 2013




Musei e resti umani




Giovedì 4 aprile 2013
Dalle 14:30 alle 18:30
Presso la sala Principi D’Acaja – Via Po, 17 – Piano terra del palazzo del rettorato.


La Fondazione A. Fabretti, in collaborazione con l’Università di Torino, organizza una tavola rotonda con l’obiettivo di promuovere una riflessione approfondita sulla musealizzazione dei resti umani, un tema che negli ultimi mesi ha dato luogo a numerose polemiche.
L’incontro vuole affrontare, con il dovuto rigore scientifico e attraverso l’esperienza dei protagonisti, le differenti prospettive teoriche, gli aspetti etici e le nuove tendenze che si sono sviluppate nel panorama nazionale e internazionale intorno al delicato argomento dell’esposizione di resti umani nei musei.

Saluti della Fondazione A. Fabretti
Ana Cristina Vargas (Direttore Scientifico)

Introduce e modera
Francesco Remotti.

Intervengono:
Silvano Montaldo (Università di Torino – Museo Lombroso).
Maria Teresa Milicia (Università di Padova)
Paolo Gallo (Università di Torino).
Emmanuel Kasarhérou (Musée du Quai Branly).
Giacomo Giacobini (Università di Torino – Museo di Anatomia umana)
Fausto Barbagli (Università di Firenze – Associazione Nazionale Musei Scientifici).
Adriano Favole (Università di Torino – Fondazione Fabretti).


Vi aspettiamo numerosi!

Questo evento è realizzato con il patrocinio della Città di Torino
Scarica il programma




Convegno “Non siamo soli”

Vi segnaliamo il Convegno in due giornate “Non siamo soli” , organizzato dalla Fondazione Federica Pelissero ONLUS. Il primo incontro “Affrontare il lutto” si terrà
Sabato 23 marzo 2013
Dalle 14:00 alle 18:00
Presso l’Oratorio San Giuseppe di Marene (Cuneo).
Fra i relatori: Oreste Favole, Bruno Durbano (Dirigente medico e Responsabile Hospice di Busca), Chiara Calva (Infermiera case manager cure palliative), Cristina Vargas (Direttore Scientifico Fondazione Fabretti), Alessandra Mina (Psicoterapeuta), Eliana Brizio (Educatrice), Flavia Franco (insegnante Scuola primaria) e Don Efisio Edile (Parroco di Marene).
La seconda giornata si terrà il 23 aprile 2013 e si intitola “Vivere la disabilità”.
Pieghevole convegno NON SIAMO SOLI




Un nuovo inizio

Il 2013 inizia con molte novità per la nostra Fondazione sia sul piano scientifico che sul piano organizzativo.
La prima, importante, notizia è la nomina alla carica di Presidente di Adriano Favole, Professore Associato dell’Università degli Studi di Torino, esperto di Etnografia dell’Oceania, di Antropologia politica e di Antropologia del corpo e della morte. Certi che il contributo del prof. Favole sarà prezioso e ci permetterà di ridare slancio alle attività scientifiche e sociali della Fondazione, gli diamo un caloroso benvenuto e e gli auguriamo buon lavoro.
Un’altra svolta importante riguarda la direzione scientifica: la dott.ssa Marina Sozzi, dopo aver brillantemente svolto questo ruolo per oltre dieci anni, ha deciso di dimettersi dal suo incarico. Il nuovo Direttore Scientifico sarà la dott.ssa Ana Cristina Vargas, che da anni collabora con la Fondazione come ricercatrice e come formatrice.
Le priorità della Fondazione in questo nuovo anno saranno il potenziamento dei gruppi AMA di sostegno al lutto, il rafforzamento dell’attività di ricerca, il ripristino del servizio di prestito della biblioteca, l’accreditamento nazionale della rivista Studi Tanatologici e l’avvio di nuovi progetti editoriali e corsi di formazione.
Verrà anche sviluppato e approfondito un filone di studio legato all’interculturalità e all’Antropologia medica. Uno sguardo attento alla dimensione culturale come quello che può offrire l’antropologia, non solo è oggi particolarmente rilevante a livello sociale, ma permette anche un approccio trasversale ai fenomeni che sono al centro dei nostri interessi, offrendo degli strumenti che possono essere utilizzati in modo proficuo per affrontare le problematiche della nostra realtà contemporanea.
Riteniamo più che mai importante consolidare il nostro ruolo come punto di riferimento scientifico per chi, in varie discipline, studia i riti, le pratiche, le politiche, le tradizioni, i discorsi e i comportamenti inerenti alla morte ed è nostro obiettivo contribuire a costruire un’etica del morire in cui la morte e la perdita possano essere accompagnate in un modo umano, degno e consapevole.




Inizio corso: La perdita di un proprio paziente. Aspetti psicologici, relazionali ed etici

Siamo lieti di annunciare che sono aperte le iscrizioni per il corso “La perdita di un proprio paziente: aspetti psicologici, relazionali, rituali ed etici”. Il corso è organizzato dalla Fondazione Fabretti in collaborazione con Forcoop e si concentra in modo particolare sull’insieme dei problemi e di esperienze che gli operatori in ambito sanitario-assistenziale devono fronteggiare quando muore un paziente.
[Continua a a leggere]




Studi Tanatologici n. 5

Siamo lieti di annunciare che è disponibile il n.5 della nostra rivista STUDI TANATOLOGICI. Questo nuovo numero, ricco di spunti e contenuti, si apre con un discorso inedito di Cicely Saunders, commentato dal medico palliativista Simone Veronese. Nella sezione dedicata agli studi, le ricerche e gli articoli di approfondimento sono raccolti contributi di esperti nel campo della psicoterapia, come Antonello d’Elia e Marta Paniccia; della storia, come Claudia Pancino; della letteratura e la dialettologia, come Alberto Carli e molti altri ancora.
Il libro può essere acquistato direttamente on line, oppure inviando una mail a info@fondazionefabretti.it, con i propri dati, l’indirizzo postale a cui si desidera ricevere la rivista, e la ricevuta dell’avvenuto bonifico bancario sul conto corrente intestato a:
Fondazione Ariodante Fabretti
Bene Banca – Credito Cooperativo di Bene Vagienna
Sede di Torino, via Andrea Doria 10
IBAN: IT33D0838201000000130113993.




La biblioteca

La  bibioteca della Fondazione Fabretti si trova in Corso Turati 11/C, ed è consultabile in sede, su appuntamento, telefonando al numero 011/5812314, oppure scrivendo a: biblioteca@fondazionefabretti.it. I prestiti sono garantiti solo attraverso il servizio interbibliotecario.




Una ricerca sul lutto nella Provincia di Torino

E’ in corso una ricerca socio-antropologica sul lutto nella Provincia di Torino, volta a comprendere cosa fanno le persone in lutto, come trascorrono le loro giornate, quali sono i problemi che incontrano, chi è loro più vicino. Le ricercatrici (Cristina Vargas, Marina Sozzi e Maria Vittoria Foghino) sono grate a chiunque desideri testimoniare e contribuire alla ricerca rilasciando un’intervista sulla propria esperienza. Scrivere a info@fondazionefabretti.it




La nuova sede della Fondazione Fabretti

La nuova sede è in C.so Turati 11/C, terzo piano, 10128 Torino, Tel. 011 5812 314/309, info@fondazionefabretti.it. Visualizza la mappa.

 

E’ uscito il DVD Prendersi cura del lutto, realizzato dalla Fondazione Fabretti con il sostegno della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta  dedicato ai medici di medicina generale. Sono in corso numerose presentazioni con i direttori di Distretto.